Buona Pasqua a tutti

Attraversando le colline di Betlemme in questi giorni, tra un check point e l’altro, la natura è una esplosione di gioia e di colori.

In mezzo a questo tripudio di colori e profumi ci sono i meravigliosi alberi di pesco fioriti che rallegrano la vista ed il cuore. E subito ti viene da pensare al freddo inverno che abbiamo passato e che finalmente è terminato lasciando spazio all’arrivo di una calda primavera.

Quest’anno ha piovuto bene ed abbiamo avuto anche la grazia di due belle nevicate. Ci sono stati diversi disagi ma la cosa importante è che tutto questo ha permesso al deserto di fiorire e permetterà alla terra di dare dei buoni frutti.

Se climaticamente l’inverno ha lasciato il posto alla primavera, politicamente la primavera ha lasciato il posto all’inverno. Ad un inverno che sta diventando sempre più lungo,più freddo e più buio. I campi coltivati si sono trasformati in deserti e la terra non darà più frutto perché riempita di cemento.

Su questo argomento ci sarebbero tante riflessioni da fare e tante domande a cui rispondere ma qualche volta è meglio evitare di riflettere o di cercare risposte anche se non è possibile restare in silenzio di fronte a tutti questi ultimi avvenimenti che ci stanno facendo piombare nelle tenebre più pesanti, nel terrore e nella paura gli uni degli altri!

Siamo entrati nella settimana santa. Ancora una volta saliremo insieme a Gesù verso Gerusalemme dove ci aspetteranno giorni di passione e di morte ma nonostante questo sappiamo che l’ultima parola è una parola di vita e di Risurrezione.
Il sepolcro vuoto, quel sepolcro che non ha potuto contenere l’autore della vita, ci dona la fiducia e la speranza che prima o poi qualcosa cambierà anche in questo povero mondo che Dio ha tanto amato al punto di sacrificare suo figlio per salvarlo e che ogni deserto tornerà a fiorire!
Gesù non è rimasto in silenzio di fronte alle tenebre. Le ha affrontate e le ha vinte donando la sua vita. Anche noi siamo chiamati a donare la nostra vita insieme a lui affinché le tenebre lascino spazio alla luce del nuovo mattino di Pasqua. Ed allora ci vogliamo dare appuntamento domenica mattina difronte al Sepolcro vuoto per fare festa insieme e ringraziare ancora una volta quel Dio che continua ad ascoltare il grido dei poveri!
Buona Pasqua a tutti!!!