Il mio nuovo impegno ad Amman non mi permette più di essere presente come prima ma nello stesso tempo mi permette di riapprezzare tantissimo l’incredibile lavoro che abbiamo fatto in questi anni a Betlemme a favore dei nostri bambini e della loro bella casa!

Un impegno benedetto da Dio. Un impegno che ci ha visti presenti ad ogni richiesta di aiuto da parte delle nostre straordinarie suore che insieme ai padri nel quotidiano vivono tutte le fatiche ma anche le gioie della nostra stramba ma felice famiglia che è l’Hogar Nino Dios!

In questo ultimo anno la famiglia si è allargata. Sono arrivato diversi Gesù bambini nuovi e le necessità sono cresciute. Soprattutto si è reso necessario in questi ultimi mesi l’acquisto di un nuovo pulmino. Era il lontano 2005 quando ancora cappellano a Montevarchi, organizzammo una lotteria per comprare il mitico Citroen Jumpy che però oramai ha tirato il calzino…e così dopo 13 anni di onorato servizio è arrivato il momento di sostituirlo.

E lo vorremmo fare con un altro mitico Jumpy perché ci siamo trovati bene, perché oramai il Jumpy fa parte integrante della famiglia e non vorremmo cambiarlo con un altro, perché il Jumpy è stato un compagno fedele di avventure e non ci ha mai lasciato a piedi e soprattutto perché tanti di voi hanno usufruito del suo prezioso servizio.
Per tutto questo, quale miglior regalo di Natale potevamo pensare per i bambini e per le suore? Un nuovo Citroen Jumpy per poter accompagnare i nostri piccoli nelle loro necessità quotidiane. Non partiamo da zero perché già gli amici della Confartigianato Italia ci hanno donato una bella cifra che ci permette di sognare di poter comprare il nuovo pulmino entro la fine dell’anno.

Con il vostro aiuto quest’anno andremo incontro al Signore non a piedi ma con il nuovo pulmino guidato da Simsim… grazie di cuore a chiunque di voi vorrà salire a bordo e contribuire all’acquisto per sostenere la Casa dei Gesù bambini in modo concreto e pratico.

Approfitto per augurarvi buon Avvento e nella speranza/quasi certezza di celebrare la notte di Natale in Palestina vi assicuro fin da ora il ricordo e la preghiera dalla grotta santa di Betlemme

Don Mario Cornioli