Carissimi amici e amiche,

il Natale che ci apprestiamo a celebrare sarà diverso dal solito: la particolare situazione che stiamo vivendo ci richiede di prestare attenzione e di fare qualche sacrificio. Non dobbiamo permettere che tutto questo ci faccia disperare o ci renda tristi. Non possiamo lasciarci portare via la gioia della speranza e l’attesa della venuta di un bambino che è Dio.

Questo periodo di Avvento non è semplice: dobbiamo rinunciare a tante cose che ci avrebbero aiutato a vivere meglio questi giorni anche se nessuno può rubarci la libertà del cuore. Personalmente avevo messo in programma di attraversare il Giordano ed andare a Betlemme per pregare alla Grotta e visitare i bambini dell’Hogar Niño Dios, ma il confine non è ancora aperto; pertanto, resterò ad Amman con le nostre sorelle e i nostri fratelli rifugiati ad attendere tempi migliori, senza dimenticare il piccolo Sim Sim e tutta la banda di Betlemme.

Questo tempo sospeso ci sfida, questo tempo incerto ci rende tutti più sensibili e poco pazienti: per questo dobbiamo trovare strade nuove e cercare di salvare quel poco di umanità che ancora c’è in questo mondo.

Anche in Giordania la situazione è molto difficile. La pandemia si è abbattuta in un paese già provato da tante vicende come quella dei milioni di profughi accolti negli ultimi decenni.  Eppure, nonostante tutto, il desiderio di farsi prossimo a chi ha più bisogno è ancora vivo nel cuore di tante persone. Grazie al Vostro contributo in questo periodo abbiamo potuto aiutare tante famiglie a non perdere il lavoro e, soprattutto, a non perdere la speranza.  Il Vostro aiuto prezioso ci ha permesso di continuare a sostenere tutti i progetti che da diversi anni danno dignità ai nostri fratelli e alle nostre sorelle che stanno imparando un mestiere per il loro futuro.

In preparazione a questo Natale, le ragazze di Rafedìn hanno voluto darci un segno molto importante: donare un po’ del loro lavoro per i bambini di Betlemme. Ragazze costrette a grandi sacrifici che stanno ricostruendo la loro vita nel laboratorio di Jabal Amman ci insegnano ad essere generosi. Perché alla fine saranno i piccoli che ci mostreranno la strada per arrivare a Betlemme e così da questo laboratorio vogliamo costruire un ponte verso chi ha bisogno come loro.

Per questa ragione, in occasione del Natale 2020, lanciamo la campagna RafedìnXBetlemme, un’iniziativa speciale per non dimenticare chi ha più bisogno di noi. Questo ci aiuterà a vivere il Natale con lo spirito giusto e a non sciupare un tempo così particolare, ma anche così prezioso.

Grazie al Vostro contributo, potrete sostenere insieme a noi la casa dei bambini Hogar Niño Dios di Betlemme e come segno di ringraziamento per la vostra donazione riceverete le nostre meravigliose mascherine per uso non medico cucite con amore dalle ragazze irachene per i nostri bambini.

Colgo l’occasione per augurare a tutti Voi un sereno e gioioso Santo Natale e un felice Anno Nuovo, con la speranza che sia migliore di quello passato!

Dona ora!