La casa dei bambini

,
La casa dei bambini

In un contesto come quello palestinese, già povero e caratterizzato da una situazione endemica di violenza e tensione, i bambini disabili e affetti da malformazioni spesso vengono abbandonati dalle famiglie. Molte di loro spesso non sanno come far fronte alle difficoltà del familiare disabile. Causa la povertà dei genitori o la loro impossibilità fisica o morale a offrire un vero nido familiare sono frequenti i casi di bambini disabili abbandonati o in situazioni sociali di forte disagio.

È in questo contesto che opera l’Hogar Niño Dios, una casa di accoglienza per bambini diversamente abili, abbandonati o in grave necessità, gestita dalle religiose della Famiglia del Verbo Incarnato. In presente le religiose sono in 6, e l’opera che loro svolgono è dare una casa a 35 bambini e ragazzi con disabilità fisiche e mentali che altrimenti non avrebbero dove andare, e seguire ulteriori ragazzi disabili che vengono per seguire le attività pomeridiane.

L’ Hogar Niño Dios punta a mantenere ed alimentare il rapporto tra il bambino residente e la sua famiglia d’origine, favorendo in ogni modo il reinserimento sociale e familiare del bambino. La casa intende proporre attività congiunte con le famiglie, finalizzate anche all’insegnamento del corretto metodo per prendersi cura del familiare disabile. Ove il reinserimento non fosse possibile, la Casa si propone come punto di riferimento domiciliare permanente della persona.

La terapia dei bambini comprende interventi settimanali di fisioterapia, idroterapia e musicoterapia. Per ogni bambino viene formulata un’ipotesi di accompagnamento relativamente all’alimentazione, all’abbigliamento, all’igiene e riguardo a situazioni sanitarie specifiche che richiedono l’intervento di specialisti (nutrizionista, pediatra, dentista, fisioterapista).

Competenze

Postato il

11 Dicembre, 2019